Visita il Parco
Slide fotografica
CondividiFacebookTwitterGoogle+LinkedInemail
Home » Visita il Parco » Alla scoperta del parco » Avventura e sport

A cavallo

Il cavallo è un'alternativa emozionante per tuffarsi con lentezza nella natura e ammirare, percorrendo vecchie carrarecce e mulattiere, paesaggi incontaminati, borghi medievali, castelli, chiese, conventi

Nel Parco, infatti, è stata progettata una rete di Ippovia, un percorso ad anello che mette in connessione per circa 300 km l'intero territorio e tutti i centri abitati dell'area protetta. Sono stati recuperati e ristrutturati i punti d'acqua, gli abbeveratoi e le fonti che si incontrano lungo il percorso; realizzate nuovi punti di sosta attrezzati con capanni e punti di fuoco ed è stata installata una opportuna segnaletica.
L'Ippovia, da percorrere senza fretta, in più tappe giornaliere, dà la possibilità ad esperti e meno esperti di ripercorrere a cavallo sentieri oramai scomparsi, sorpassati dalla modernità; combinare la scoperta della natura con la scoperta della storia e cultura dei luoghi; alternare il paesaggio montano a quello vallivo e fluviale; spettacolari passeggiate in primavera e in estate, emozionanti cavalcate sulla neve in inverno.
Il Parco consiglia l'escursione accompagnati da guide equestri.
Per informazioni, anche sui circoli ippici, rivolgersi ai Punti Informazione del Parco.

Promemoria per il bravo cavaliere

  • Usa sempre un comportamento corretto durante il viaggio
  • Non arrecare danni alla proprietà privata
  • Richiudi eventuali cancelli trovati chiusi che delimitano i pascoli montani e non
  • Controlla accuratamente tutto l'equipaggiamento necessario sia per il cavallo che per il cavaliere
a cavallo nel parco
(foto di Franco Santucci)