Logo del Parco
CETS
Condividi
Home » Cosa Facciamo » Le news del Parco

L'orso marsicano blocca il parco eolico sul Sirente Velino

Il Consiglio di Stato dà ragione alla Regione. Bocciato l'aumento del numero di pale dell'impianto

( Rocca di Mezzo, 29 Ottobre 2013 )

E' quanto disposto dalla sentenza del 17 ottobre 2013, emessa dalla quinta sezione del Consiglio di Stato, che ha riconosciuto la legittimità di un provvedimento della Regione Abruzzo.

L'ente aveva autorizzato solo una parte di un parco eolico nella zona del “Sirente Velino”. Secondo la Regione, infatti, l'attivazione di tutte le pale eoliche avrebbe compromesso l’habitat dell’orso marsicano. La società che aveva progettato l'opera si era vista approvare solo quattro pale su 22. Aveva infatti presentato un progetto per un ampliamento dell'impianto.

La Regione aveva dato il nullaosta solo per una parte del progetto ponendo alla base della decisione la salvaguardia dell'orso. L'impianto sarebbe dovuto sorgere alle falde del Monte Rimagi e di Petto della Corte, in parte territorio del Comune di Collarmele. Ciò avrebbe comportato, secondo la Regione, un impatto significativo sulla specie.

Una tesi che l'appaltatore ha contestato. Secondo l’impresa infatti il progetto consentiva la coesistenza dell’impianto con l’orso marsicano, e la produzione di energia da fonti rinnovabili non poteva soccombere davanti all'esigenza di tutela di una specie animale se pur in via di estinzione.

L'orso marsicano blocca il parco eolico sul Sirente Velino
L'orso marsicano blocca il parco eolico sul Sirente Velino