Visita il Parco
Slide fotografica
CondividiFacebookTwitterGoogle+LinkedInemail
Home » Visita il Parco » Strutture e servizi » Centri Visita

Centro Visita del Capriolo

Nell'ex conceria, nel cuore del Parco Sirente Velino, ci si immerge nella natura

Fauna
Via dell'Aquila
67020 Fontecchio (AQ) | Localizza sulla mappa
Comune: Fontecchio


E-mail: centrovisita.capriolo@sirentevelino.it

Nell'oasi faunistica di Fontecchio c'è il Centro Visite del Capriolo.
E' in funzione nel cuore del Parco Naturale Regionale Sirente Velino un punto di contatto e di studio della fauna locale, per immergersi nella fauna locale, tra le bellezze storico-artistiche e culturali del Parco. Parliamo del Centro Visite del Capriolo il quale rappresenta, oltre a un luogo da visitare per la sua bellezza naturalistica, anche un laboratorio di educazione ambientale "open air".

Inserito nel programma di attività del Centro di Educazione Ambientale dell'ente, il Centro offre la possibilità a tutti i visitatori, in particolare ai bambini, di uscire dalle pagine dei libri per osservare comportamenti ed abitudini dello splendido animale, sentirne gli odori, ammirarne la grazia dei movimenti. Tanti i laboratori e progetti di educazione ambientale in programma, dedicati alle scuole o inseriti nelle visite guidate offerte ai visitatori del Parco. Grazie all'installazione di uno schermo al plasma collegato ad una videocamera mobile posizionata in un punto strategico dell'Oasi Faunistica, gli alunni delle scuole, come tutti gli appassionati, potranno sentirsi dei "piccoli Piero Angela" muovendo e ruotando la videocamera di 360˚ attraverso un mouse, per studiare ed osservare con discrezione i comportamenti dei caprioli.
Oltre al punto informativo, in cui i gestori attraverso un servizio di front-office offrono tutte le informazioni sulla fauna e le bellezze storico-artistiche e culturali del Parco guidando i visitatori lungo un percorso fotografico e didascalico, valore aggiunto del Centro è rappresentato dalla struttura stessa, realizzata in pietra e legno, frutto del recupero della sede dell'ex conceria di Fontecchio, palazzo ormai in disuso all'interno del grazioso paesino. I visitatori potranno, quindi, fare un salto nel passato tra le vasche e i sotterranei dove i nostri antenati duramente "conciavano" e tingevano pelli e tessuti.

In una porzione del recinto, è ospitato Valentino, un esemplare di capriolo recuperato e curato presso il Centro Recupero Fauna Selvatica del Corpo Forestale dello Stato di Pescara. Arrivato al Centro Recupero durante la primavera-estate del 2008, con pochi giorni di vita, il maschio battezzato "Valentino" dal nome del paese di provenienza (S. Valentino - Pescara), era stato vittima di un trauma da falciatrice che gli aveva provocato la frattura dell'arto posteriore sinistro. Valentino è stato salvato da una morte certa, ma non potrà mai tornare alla vita selvatica, in quanto è stato allattato artificialmente fino allo svezzamento, quindi ha perduto l'istintiva paura nei confronti dell'uomo.
E' purtroppo frequente che i piccoli di capriolo, vengano raccolti da persone che, erroneamente, li credono abbandonati mentre in realtà, sono nascosti tra i fasci di erba alta, dalla madre che resta nelle vicinanze. E' importante quindi, non toccare i cerbiatti.

Capriolo
Capriolo
(foto di Archivio Parco Sirente Velino)
 
Centro Visita del Capriolo, interno
Centro Visita del Capriolo, interno
(foto di Archivio Parco Sirente Velino)
 
Centro Visita del Capriolo
Centro Visita del Capriolo
(foto di Archivio Parco Sirente Velino)