Divertilento Estate 2010
Servizio Civile

Introduzione

Fauna

Vegetazione e Flora

Origini geologiche

Fenomeno carsico

Gruppi Montuosi

Introduzione

Civiltà romana

Il medioevo

L'arte

La transumanza

Antichi mestieri

Personaggi

I Comuni

Strutture e servizi

Cosa fare

Itinerari

Turismo scolastico

Dove dormire

Dove mangiare

Prodotti tipici

Come arrivare

Carta di identità

Cronistoria

Organi

Uffici

Atti e Regolamenti

Progetti

Consulenti e collaboratori esterni


Educazione Ambientale
"Educare è la nostra missione, perseverare è la nostra passione..." »

Acquisti
on-line

Photo
Gallery
Home » Visita il Parco » I Comuni del Parco

Castelvecchio Subequo

L'origine di Castevecchio Subequo è legata alla presenza di un insediamento romano nella sottostante piana di Macrano, identificato con il Municipium di Superaequum, uno dei tre municipii Peligni.

Dell'antica città romana, scoperte significative hanno portato alla luce resti di abitazioni con pavimenti a mosaico di eccezionale fattura, resti di strade lastricate e di edifici sacri, tra cui uno dedicato ad Ercole Vincitore, che ha restituito numerosi bronzetti ed iscrizioni votive. Di grande valore la presenza della Catacomba Paleocristiana su Colle Moro del IV-VI secolo d.C., una delle rare presenze in Abruzzo. Tra il XIII e il XV secolo Catrum Vetus fu feudo dei Conti di Celano, che avviarono la costruzione del Convento di S. Francesco fuori le mura. Nel 1294 venne ospitato in esso Pietro del Morrone, futuro Papa Celestino V, nel suo viaggio verso L'Aquila per essere incoronato papa. Un'economia fiorente dette impulso all'espansione del nucleo originario e la presenza di notevoli palazzi gentilizi è la testimonianza di un passato illustre, tutto racchiuso all'interno dell'antico nucleo urbano. Il feudo fu posseduto dal 1484 dai Piccolomini; passò poi ai Colonna, ai Pietropaoli e nel 1789 ai prìncipi Barberini.

Testi tratti dalla guida turistica "Parco Regionale Sirente - Velino", Edizioni Amaltea, 2001.


Da visitare

  • Centro fortificato italico di Colle Cipolla e necropoli di Le Castagne.
  • Ruderi del municipium romano di Superaequum in località Macrano e Colle Caprelle.
  • Catacomba paleocristiana di Superaequum (IV-VI sec. d.C.).
  • Chiesa di S. Agata (XI-XIII secc.).
  • Chiesa di S. Rocco con affresco del XVI secolo.
  • Case medievali con bifore e portici.
  • Chiesa dei SS. Giovanni Evangelista e Battista.
  • Palazzo castellato con antistante porta ad arco gotico e saracinesca.
  • Palazzo Ginetti-Lucchini con facciata seicentesca.
  • Chiesa e Convento di S. Francesco costruiti sul finire del Duecento, con cicli di affreschi sulla vita del Santo (XIV-XV secc.) e altari barocchi in legno, pietra e stucco della metà del Seicento.

Acciano

Aielli

Castel di Ieri

Castelvecchio Subequo

Celano

Cerchio

Collarmele

Fagnano Alto

Fontecchio

Gagliano Aterno

Goriano Sicoli

Magliano de' Marsi

Massa d'Albe

Molina Aterno

Ocre

Ovindoli

Pescina

Rocca di Cambio

Rocca di Mezzo

Secinaro

Tione degli Abruzzi




 
© 2010 Parco Naturale Regionale Sirente Velino
Viale XXIV Maggio, Snc - 67048 Rocca di Mezzo (AQ)
Tel. 0862/9166 - Fax 0862/916018 - info@sirentevelino.it - C.F. 93009730669
Posta elettronica certificata: parcosirentevelino@pec.sirentevelino.it
Partner